La 65′ edizione del Berlin International Film Festival renderà omaggio a Wim Wenders con una serie di proiezioni in suo onore, tra cui Il cielo sopra Berlino, che sarà proiettato il 12 febbraio al Berlinale Palast, e fregerà il regista tedesco dell’Orso d’oro alla carriera. La manifestazione si svolgerà dal 5 al 15 febbraio 2015.

“Omaggiando Wim Wenders, onoriamo uno dei più famosi autori contemporanei. I suoi lavori come regista, fotografo e autore, sfaccettati ed eterogenei, hanno plasmato la nostra memoria cinematografica e continuano ancora oggi ad ispirare gli altri registi”, ha dichiarato Dieter Kosslick, il direttore della Berlinale, che per questa edizione ha previsto una retrospettiva completa dei film e dei documentari di Wenders.

Negli anni Settanta Wim Wenders ha fatto parte di quella generazione di registi che hanno influenzato enormemente il “Nuovo Cinema Tedesco”.  Fronteggiando la crisi artistica ed economica del cinema dell’epoca, hanno sviluppato nuove forme estetiche e si sono messi in gioco in una serie di produzioni e distribuzioni indipendenti. Dal suo film d’esordio Summer in the City del 1970, Wenders ha realizzato più di 50 film, aggiudicandosi la Palma d’oro a Cannes per Paris, Texas del 1984 e il premio come miglior regista sempre a Cannes nel 1987 per Il cielo sopra Berlino. A Venezia ha ricevuto il Leone d’oro per Lo stato delle cose nel 1982 e  l’Orso d’argento a Berlino per The Million Dollar Hotel  nel 2000. Durante la Berlinale del 2011, Wenders ha presentato il suo straordinario progetto in 3D Pina, ottenendo un grande successo di critica e di pubblico, e ancora oggi Wim Wenders può esere considerato uno dei più grandi innovatori nel panorama cinematografico contemporaneo.

Autore Valeria Brucoli