Io ero negata in tutto. Ero la disperazione di nostra madre. Ma quando papà mi diede le chiavi della sua biblioteca il mio cuore si riempì di gioia. In mezzo a tutti quei libri! Non vedevo l’ora di leggerli tutti! In essi finalmente trovai la libertà. Con loro potevo essere in ogni luogo e in ogni tempo.

Ci sono donne per cui la ricerca dell’amore è l’essenza stessa della vita. Sin da piccole si impegnano per imparare l’arte sublime della seduzione del principe azzurro e tutto ciò che serve per diventare un giorno dei perfetti angeli del focolare. E questo vale oggi così come valeva nell’Ottocento di Jane Austen, anche se ci si acconcia i capelli in maniera diversa, non si balla più la quadriglia e il ricamo non è più così in voga. Poi ci sono donne che non cercano qualcuno che le completi, perché sono già complete in se stesse, né si sforzano di assecondare le aspettative degli altri, perché per loro ciò che conta è ascoltare quello che gli suggerisce il cuore. Jane Austen è una di loro, una donna libera, anticonformista, che si trova più a suo agio tra i libri che nelle sale da ballo, e vola più in alto con l’immaginazione che in una piroetta tra le braccia di un bel cavaliere.

illustrazione-apertura-14

Per questo il momento della giornata che Jane ama di più è quando si spengono le luci sulla sua casa, le imposizioni si quietano e, non vista, può sciogliersi i capelli e correre in biblioteca, dove infiniti mondi aspettano di essere scoperti. Ed è proprio in questo istante che la fotografa Manuela Santoni, mentre è immersa nelle sue letture preferite e combatte per sfuggire al ruolo che le viene costantemente imposto da un mondo ancora troppo indietro rispetto al suo pensiero. Jane corre veloce, vola lontano, mentre gli altri restano a terra, compresa sua sorella Cassandra che, pur essendo dotata di una grande sensibilità per l’arte, non riesce  a seguire il passo della sorella. Jane è scapigliata mentre Cassandra è sempre composta, sa come comportarsi in società e come compiacere i suoi genitori. Ed è proprio il confronto con la sorella che aiuta Jane a scoprire la sua identità, quello per cui è nata e che la renderà un’eroina del suo tempo.

23-1-e1477569077113

Come per le sue coetanee anche per Jane l’amore è importante, certo, ma la scrittura lo è di più. Quando conosce Tom Lefroy, il brillante nipote di alcuni vicini di casa, Jane viene immediatamente rapita da lui. Questo ragazzo così diverso da tutti gli altri, che ammira il suo intelletto oltre che la sua bellezza e la sfida a colpi di letteratura, entra subito nel suo cuore e nella sua fantasia, diventando una delle principali fonti d’ispirazione per i suoi romanzi.

jane-austen_interni_bassa-risoluzione-4

Ad oggi non si sa molto sulla vita di Jane Austen, in particolar modo del suo rapporto con l’amore, visto che la maggior parte della sua corrispondenza privata è andata perduta, ma la fumettista Manuela Santoni ha provato a immaginare proprio gli anni perduti della scrittrice, la sua passione bruciante per i libri e il suo desiderio di emancipazione, ma anche le sue emozioni più segrete. I tratti svelti di china, con semplicità ed eleganza hanno ritratto Jane nei sui momenti privati, trasformando i suoi pensieri in immagini morbide, fluide, in costante movimento. Accompagnata dalla postfazione di Mara Barbuni, direttrice di Due pollici d’avorio, la rivista letteraria della Jane Austen Society of Italy, la talentuosa Manuela Santoni ha ricostruito il non detto compensando le lacune della storia di Jane Austen con la fantasia in un ritratto vibrante e appassionato, svelando la ragazza ribelle che si nasconde dietro la scrittrice più famosa di tutti i tempi.

JaneAusten_copertina

Titolo: Jane Austen
Autrice: Manuela Santoni
Editore: BeccoGiallo
Pagine: 114 b/n, cartonato
ISBN: 9788899016470

Autore Valeria Brucoli